Neve Cosmetics: Psicotropical (Swatchland + Concept Look)

02 luglio 2017


Sapete quanto io ami le suggestioni tropicali e se non lo sapete sappiate che ne sono ossessionata. Non solo da luoghi e paesaggi ma anche da frutti, stampe e colori. Sapevo anche che sarei stata iper critica nei confronti di Neve Cosmetics qualora il range di colori e finish non sarebbe stato all'altezza delle mie aspettative.
Psico + Tropical. Evadere con tutti i sensi…
Una collezione che esplora il potere psichedelico del colore.
Psicotropical è uno stato mentale, è l’urgenza di cambiare orizzonte, di sintonizzarsi su vibrazioni limpide, tonalità estreme, contrasti floreali.
Perdersi per qualche istante, o per un’estate intera…
 La Psicotropical presenta un totale di 13 prodotti, di cui:
2 nuovi Vernissage Gloss: Tiger in a Tropical Storm e The Voyage of Life
2 nuovi Pastello labbra: Pitaya e Lychee
4 nuovi Pastello occhi: Sombra, Palm, Isla e Jacaranda
4 nuovi Ombretti in cialda: Tour, Storm, Fly, Lost
1 nuovo Blush in cialda: Escape


Una selezione di prodotti dal sapore esotico molto interessante. Tuttavia sento la forte mancanza di un blush minerale o bronzer, magari sullo stile di Bombay o Seychelles ed in sostituzione di Escape.

I Vernissage


Tiger in a Tropical Stormcolor aragosta caldo a sottotono mattone
Molto molto bello e pieno nella sua tonalità calda ed estiva. Non mi aspettavo così tanta coprenza, sono stupita.

The Voyage of Lifecolor aragosta rosato intenso con riflessi metallici
Il mio preferito tra i due si presenta come una tonalità calda ai miei occhi ma raffreddata ed impreziosita da minuscoli glitterini più freddi. Estivo ed assolutamente coprente.

I pastelli labbra


Pitaya: magenta desaturato con satinatura lilla
Interessantissima tonalità proprio per via della satinatura lilla e quindi fredda, fa davvero tanto sirenetta. Magnifica, scrivente e durevole.

Lychee: rubino acceso satinato
Scrivente tanto quanto un rossetto. Polposissima, piena e satinata.

I pastelli occhi


Sombra: marrone neutro desaturato opaco
Isla: blu oltremare scurissimo e profondo
Jacaranda: lilla intenso acceso dal finish opaco
Palm: verde giungla vibrante e acceso dal finish opaco

La qualità dei nuovi pastello è incredibile e si riassume in ottima scrivenza, sfumabilità e resa. Quanto a questi della Psicotropical non mi trovo molto d'accordo con la descrizione di Sombra che sembra essere un marrone caldo a tutti gli effetti. Le matite marroni neutre e fredde sono rare come funghi, credetemi.

Gli ombretti


Tour: rame acceso dal sottotono senape
Una chicca. Ricorda il guscio di un qualche frutto esotico a me sconosciuto e magico, il color rame è molto caldo e vibrante, dalla texture cremosissima e dal finish molto molto coprente, omogeneo, compatto. Sfumato non scarica, non lascia tracce di colore più vuote ed il rischio di fallout, proprio per via di questa sua texture compatta, è molto improbabile. Ottimo ombretto.


Lost: verde beige shimmer con riflessi bronzo chiaro
Altro ombretto imperdibile di questa Psicotropical è proprio Lost. Si comporta allo stesso modo di Tour per texture e finish: setoso e pieno nel colore. Ricorda il colore di un fondale cristallino colpito dai raggi del sole. Molto estivo ed in tema!


Stormverde petrolio intenso matte
Tonalità interessante se non fosse per il finish che ne limita la bellezza, è infatti molto soft e bisogna stratificare parecchio prima di ottenere una scrivenza che sia sufficientemente piena ed omogenea. Tuttavia non mi soddisfa affatto in questo finish e penso che avrebbe reso di più da satin. Meglio se abbinato ad ombretti della stessa tonalità magari più scriventi o se usato per intensificare nei toni del blu o del verde.


Fly: giallo canarino pallido e delicato, dal finish matte ed evanescente
Matte ed 'evanescente', proprio come indica la descrizione. Si fonde benissimo con il colore della palpebra. Ottimo da usare come bianco nei makeup sui toni del giallo e del verde.



Il blush


Escape: rosa corallo chiaro acceso dal finish opaco
Per quanto sia un bel colore per un blush, non ne apprezzo molto la presenza all'interno della collezione. Come ho scritto ad inizio post avrei preferito un minerale, magari ambrato e scintillante. Un po' sottotono per così dire.




Questo è The Tropi-Cool Makeup, ispirato al concept della Psicotropical ma in una rivisitazione un po' più grunge e appesantita. In questa foto in particolare indosso entrambi i Pastello labbra Lychee e Pitaya (sono uno spettacolo insieme!) e Tour sulla palpebra mobile, splendido e scintillante.


Sue's picks...
Cosa vi consiglio di questa collezione e quali sono i miei preferiti? 

  1. I Vernissage, ed in particolar modo The Voyage of Life.
  2. Lychee e Pitaya: i colori sono splendidi ed estivi, riuscirebbero a completare un makeup un po' sottotono come per magia. E poi, insieme sembrano quasi completarsi.
  3. Anche i Pastello occhi sono molto belli e molto scriventi, ottimi da usare come base per l'ombretto per rendere il colore più pieno e vivido, il mio preferito è Isla. Mi ricorda la linea del mare all'orizzonte, dove si fa più intensa.
  4. Tra gli ombretti i miei preferiti sono ovviamente Tour e Lost: ne adoro la texture morbida e setosa, piena ed omogenea, che non scarica.

Avete comprato qualcosa di questa nuova collezione di Neve Cosmetics? 
Ne avete apprezzato il concept in toto o avreste cambiato qualcosina?



TUTTI I PRODOTTI O PARTE DI ESSI MOSTRATI IN QUESTO POST SONO STATI GENTILMENTE OMAGGIATI DALL'AZIENDA A SCOPO VALUTATIVO. OPINIONI E RIFLESSIONI ESPRESSE SONO FRUTTO DELLA MIA PERSONALE ESPERIENZA. 

The Tropi-Cool Makeup

24 giugno 2017


Benvenute in una nuova puntata di 'Mi faccio viva quando mi pare e piace', uno spinoff di 'Dov'è finita Sue Sandiego?' - eccomi, sono qui! Più carica che mai e prontissima ad introdurvi la mia ultima fatica, si fa per dire, poi magari laggente pensa male.

Tropicale, forse un po' new grunge, ma che interpreto ad ogni modo con grossi contrasti. Ho cercato di far si che occhi e labbra si equivalessero in forza, non sono sicura di esserci riuscita ma guardandomi allo specchio ed in questa foto non riesco a dire di essere più attratta da occhi o labbra, penso si completino a vicenda. Fanno l'uno parte dell'altra.

Avevo un'immagine precisa in mente: capelli bagnati, occhi carichi di marrone, labbra vivaci e magari fredde. Sono partita proprio dagli occhi contornandoli di nero poi sfumando del marrone nella piega estendendomi verso il naso e lasciando parte della palpebra mobile nuda, sulla quale ho successivamente steso quello splendido bronzo/senape che è Tour - che appena s'intravede da questa inquadratura ma che vi assicuro essere un totale must have. Piego le ciglia ed applico il mascara.
Passo solo successivamente alla base perché avevo paura di sporcarla; inutilmente, perché così non è stato: nessuno degli ombretti impiegati ne ha provocato il fallout. La base comprende un fondo poco coprente, correttore, illuminante e bronzer, steso su guancia e naso alla maniera di questo trend.
Le sopracciglia avevano un ruolo importante, ovvero quello di indurirmi un po'. Ho usato un ombretto in crema solo per riprendere le aree meno folte ed ho fissato con un gel.
Per le labbra ho infranto la mia comfort zone fatta di rossi e marroni scegliendo uno dei due nuovi pastello di Neve Cosmetics: Pitaya. La tonalità è magenta, non troppo accesa e leggermente satinata di lilla.

Spero che vi sia piaciuta un'interpretazione un po' più sporca del solito look coloratissimo che si rifila quando si parla di tropici. Qual è il vostro frutto esotico preferito? 🍍
Io sono pazza di avocado: nutriente, contrasta il colesterolo e non delude mai sul toast.


eyes
Too Faced Shadow Insurance
MAC Feline, Swiss Chocolate
MUG Corrupt
Defa Cosmetics Tobacco
Neve Cosmetics Tour
Lancôme Hypnôse Drama

face
MAC Face and Body C3, Mineralize Concealer NC25
Benefit Hoola
Nabla Cosmetics Saint-Tropez
ABH 10k

lips
Neve Cosmetics Pitaya

Monthly Favs: April/May

11 giugno 2017


Salve. Dunque oggi sarebbe il giorno in cui finalmente pubblico qualcosa. Non che abbia perso la voglia di scrivere, anzi. Ma i pensieri si accumulano e non riesco mai a concludere, tipico della sottoscritta. Scrivo un post, poi passo ad un altro, scatto le foto di quello ma modifico quello dell'altro e così via, in un loop infinito fatto di demenza senile - perché evidentemente di questo si tratta.
Sono i prodotti preferiti di ben due mesi ma ho ridotto questo post all'osso quindi aspettatevi di contarli sulle dita di una mano. La sottoscritta si dichiara ufficialmente in crisi d'astinenza da shopping, quindi capitemi. Mi rifarò a fine mese, non temete.


Partiamo proprio dall'Hypnôse Drama di Lancôme. Un mascara che vidi probabilmente in un video di Lisa Eldridge e di cui mi innamorai perdutamente. Così, a pochi giorni dal mio compleanno ho - del tutto involontariamente, sia chiaro - indirizzato diversi messaggi subliminali al mio ragazzo. Passare da un pessimo mascara (una mini size del They're Real, non compratelo) a questo è stato come mangiare pane dopo mesi e mesi di gallette di riso - perdonate la similitudine ma sono in fase di cut. È dura ragazze mie, è dura.
Si tratta per me della prima full size di un mascara high cost, e si vede. È nerissimo e realmente volumizzante anche sulle ciglia. MIRACOLO. C'è da dire che sia anche un po' pastosetto* e pertanto vada pulito per bene prima di ogni applicazione, ma per il momento è insieme al Better Than Sex ed al Film Noir (entrambi dal finish più naturale) tra i migliori mascara che abbia mai provato.

Tra i preferiti del mese c'è anche la Feline di MAC. Scrivente ed anche lei nerissima è ottima per lavorare tra le ciglia.

Altro prodotto MAC che si rinconferma come preferito e che ho ricomprato per la seconda volta è il fondotinta Face and Body. Io lo uso tutto l'anno* ma dà sicuramente del suo meglio nei mesi estivi in quanto molto leggero e di medio/bassa coprenza. Il nuovo flacone presenta un beccuccio nuovo, sinceramente migliore perché permette di elargire meno prodotto rispetto a quello vecchio, sporcandosi anche di meno. Presenta anche una profumazione laddove presumo non ci fosse in passato (?).

* Essendo poco coprente riesco a sfruttarlo anche quando sono molto più abbronzata di così.


Così come pelle e capelli anche le mie unghie subiscono un grosso cambiamento in positivo durante l'estate, dunque sono anche più propensa a prendermene cura!
Intorno a metà aprile mi sono ritrovata con un urgente bisogno di limarle ma le lime in mio possesso erano brutte e consumate, così ho deciso di combattere la mia sfiducia per quelle in vetro acquistandone una da Wycon e... Amore fu! Non cambierò mai più genere di lima. Oltre ad essere molto durature sono assolutamente efficienti e mai aggressive.

Poi, a marzo, ho incontrato la cara dolce Ludovica (Il kaos dell'ammonite) che mi ha regalato il Cuticle Revitalizer Oil di OPI, realizzando perché mai le mie cuticole fossero sempre un disastro preannunciato. Non che ignorassi l'esistenza del prodotto, anzi, tanti tanti anni fa ero anche piuttosto costante nel suo utilizzo, ma poi, per qualche motivo a me sconosciuto (pigriziaaa), devo aver smesso.
Come suggerisce Ludo c'è bisogno di molta pazienza e costanza per dei risultati a lungo termine ed io ci sto provando, giuro.



Visto? Vi avevo detto che erano pochissimi. Ma in due mesi si cambia idea su tante tante cose.
Abbiamo qualche prodotto preferito in comune? Qual è il vostro mascara preferito?
Copyright © Cosmetic Mind
Design by Fearne