Neve Cosmetics: Neogothic (+ Swatchland)

10 novembre 2017


Un tempo lontano, scandito dalle ombre…
Profezie, simboli, incantesimi, tonalità rare e misteriose.
La magia è negli occhi di chi guarda.
Ho sempre subito il fascino del gotico. Da quel che riesco a ricordare non ci fu un vero e proprio momento in cui lo realizzai, penso però che i paesaggi della mia infanzia abbiano influito. Sì, perché passavo da un allegro paesello di montagna ad uno in cui le costruzioni barocche parlavano da sé. E le grotte ghiacciate, i boschi dal sapore norreno. Quando le altre si travestivano da principessa, io dicevo a mio papà di volere un pipistrello su tutta la faccia, oppure chiedevo a mia mamma di sfilacciarmi una vecchia gonna nera. Qualche anno dopo mi tinsi i capelli di nero ed il mio guardaroba si rinfoltì di capi esclusivamente neri. Cradle of Filth, Within Temptation, Nightwish nelle orecchie.
Sebbene fu solo una fase il gotico non mi lascia mai ed anzi, è lui a cercarmi ogni volta che me ne dimentico. 

Chi meglio di me poteva apprezzare un'intera collezione gotica? 

La Neogothic di Neve Cosmetics si compone in un totale di 11 pezzi:
  • 3 ombretti: Melusine, Prophecy, Hero
  • 3 pastelli labbra: Mandragora, Symbol, Witch
  • 3 pastelli: Sword, Knight, Dagger
  • 1 Vernissage: The Magic Circle
  • 1 Blush: Court


Ombretti
  • Hero: duochrome nero con riflessi blu brillante, il colore delle notti di luna calante
    Sapete quanto sia difficile trovare un ombretto blu dal colore così pieno? No, non lo sapete. E allora ve lo dico io: sono stati tanti gli ombretti pressati blu ad essere passati tra le mie mani(ne) e vi assicuro che non è scontato che trasferiscano sulla pelle un colore che risulti pieno ed omogeneo. La particolarità di Hero (ed oserei dire, la sua carta vincente) sta proprio nella base di nero. È stato concepito molto molto bene.
  • Melusine: nero e cremoso con riflessi antracite, oscuro ed ammaliante come la creatura di cui porta il nome
    Questo è uno dei pezzi più interessanti e rappresentativi della Neogothic e proprio il genere di ombretto che stimola la mia creatività: è misterioso, difficilmente qualificabile. La sua texture è cremosa come da descrizione e ciò permette di creare più aderenza sulla pelle riducendo le possibilità di fallout (che comunque, dipenderà sempre dal tipo di pennello e dal modo in cui ne fate uso). Veramente bellissimo. Ho usato Melusine in questo makeup postato su IG.
  • Prophecy: bronzo a sottotono borgogna con shimmer dorato ed interferenze verdi, mille riflessi, infinite interpretazioni
    Mi piace moltissimo il modo in cui Neve lo descrive, specie la parte riguardante le interferenze verdi che non avrei mai detto di vedere in un ombretto del genere. Prophecy è quanto di più distante ci sia dalla banalità e lo amo proprio per questo.


Blush
  • Court: blush rosso tramonto a sottotono rubino, il colore equivoco degli intrighi di corte
    Ho delle serie difficoltà a farmi piacere sfumature di blush che non siano palesemente calde, eppure Court sembra parlare d'altri tempi, di gote accese e di belletti, di crinoline e bisbigli nell'orecchio. Penso a Marie Antoinette guardando il ritratto Marie-Antoinette à la Rose; Le Brun pare aver trasferito il colore della rosa direttamente sulle guance della regina di Francia. E poi guardo Kirsten Dunst nella sua interpretazione della delfina e ragazze... È tanto difficile per me non credere che Neve Cosmetics non si sia ispirata proprio a lei.

    * Potete vedere gli swatch su guancia di Court nelle foto in cui indosso i pastelli labbra. 
Pastelli labbra
  • Symbol: beige chiaro caldo intenso dal sottotono ambrato
    A primo acchito mi ha vagamente ricordato di un altro pastello labbra, ossia Miele, che è invece palesemente più rosato rispetto a Symbol, di un beige più caldo. Ottima la sua presenza in collezione in quanto a versatilità e portabilità.
  • Mandragora: color rosa carne scuro, intenso e languidoQuesta è la selezione che preferisco tra i tre pastello labbra presentati per la collezione. Si tratta di una tonalità certamente più naturale della chiarissima Symbol e della super viola Witch. Penso che possa variare molto da persona a persona, sarebbe da provare.
  • Witch: viola scurissimo a sottotono magenta
    Witch è... Assurdo. Non ho mai visto una matita labbra che fosse di un viola così vivido. Non mi esprimo sulla tonalità in quanto sapete già che prediligo ben altri colori ma in quanto a pienezza e particolarità, il livello è molto alto.



Pastelli
  • Sword: oro opalino shimmer, a sottotono neutro-freddo
    Devo ammettere di non essere una gran cultrice di matite shimmer, ne ho e ne compro pochissime perché so di non riuscire a sfruttarle come vorrei. Ottime come punto luce, ma che si ottiene comunque con un ombretto illuminante ed un pennello adatto allo scopo. Direi di poter vivere senza ma il concept è molto carino e non mi dispiace la sua presenza in questa collezione.
  • Knight: seppia scuro in base verde tabacco
    Questo è decisamente il mio genere, non solo per la sua sfruttabilità ma anche per il colore non meglio identificabile. Ho usato Knight come base nel makeup che ho pubblicato su IG, successivamente coperto e sfumato con Melusine ed una punta di Prophecy nell'angolo interno. I pastelli matte sono sempre molto versatili e più se ne hanno meglio è per quanto mi riguarda! Scriventissima e super morbida e sfumabile.
  • Dagger: verde agata scurissimo a sottotono bronzo
    Perché quando vedo qualcosa di verde, che sia un ombretto o un pastello, penso subito al Natale? Eppure sono la personificazione del Grinch ragazze, non scherzo. Il verde agata è tra l'altro molto simile al verde pino (quest'ultimo poco più caldo e profondo) ma l'aria natalizia resta; in definitiva Dagger ispira makeup natalizi a go-go. Colore sfruttabile sia come base che come semplice riga di matita.




Vernissage
  • The Magic Circle: gloss-rossetto duochrome bronzo brunito in base nera con interferenze oro
    Credo sia il pezzo debole della collezione. A meno che non ne siate assolutamente innamorate potreste non indossarlo tutti i giorni. Resta a suo modo particolare.




Le mie impressioni

La collezione è molto ben riuscita, penso di aver sentito la mancanza di un bel marrone tabacco tra gli ombretti ma non mi dispiace così come è stata concepita. Tutti i pastelli labbra sono a loro modo tematicamente adatti e abbastanza sfruttabili, meno forse per Witch. Tuttavia mi dichiaro apertamente non del tutto convinta di The Magic Circle e della sua potenzionalità commerciale. Resta una collezione concettualmente bellissima.



La collezione è uscita sul sito di Neve Cosmetics già da tre giorni, quali sono le vostre prime impressioni? Avete già comprato qualcosa? Lo farete? Qual è il pezzo più interessante?

Posta un commento

I ♡ Your Comments! No sub4sub!

Copyright © Cosmetic Mind
Design by Fearne