Tutti i nodi vengono al pettine!

16 dicembre 2014

Sì, beh... Effettivamente il titolo di questo post potrebbe voler dire molte cose, ma siccome sono una persona poco originale vi confido che parlerò proprio di nodi nel senso stretto del termine. Quei maledettissimi che da sempre affliggono la mia vita e che finalmente, riesco a domare con meno fatica. Ho pensato "se è servito a me, potrà servire a qualcun altro".

Capelli: io credo che nessuno di base abbia dei capelli perfetti come quelli che ci propinano in pubblicità o addirittura nei film dove la protagonista pur dormendo coi capelli sciolti si sveglia con una chioma che fa swish anche se non ha mai fatto lo shampoo in vita sua (leggetelo tutto d'un fiato). C'è chi ha a che fare con la forfora, chi con i nodi come me, c'è chi combatte da anni con le doppie punte, ed ovviamente non mi faccio mancare proprio nulla. Ricordo ancora quando guardavo con una punta di invidia i capelli lucidi e corvini della mia compagna alle elementari... Belli, sì, ma anche i capelli grassi necessitano di moltissime cure.

Per capire come sgarbugliare l'affare dei nodi ed intendo letteralmente, bisogna partire alla fonte di tutto, una mia frase ricorrente a riguardo era "più ne sciolgo e più se ne formano"... Ecco, il problema stava proprio nel modo in cui cercavo di scioglierli ma non è detto che sia anche il vostro caso. Comunque, ho deciso di dividere il post in molte categorie, chissà se riesco a centrare anche il vostro errore.


PETTINARE SI, STRAPPARE ANCHE NO
Da bambina ovviamente, era mia madre ad occuparsi dei miei capelli: lacrime agli occhi e sussulti continui che duravano anche un'ora intera prima che riuscisse a pettinarmi con più facilità. Anche lei aveva il suo bel da fare con i miei nodi ma nel tempo, ho capito che il pettine non era quello giusto né tantomeno giusto era il suo modo di pettinare partendo dalla radice e da asciutti! Chi ha i capelli mossi come i miei sa perfettamente che pettinarli da asciutti complica solo le cose, se poi si usa un pettine a denti stretti... Il metodo giusto per pettinare i capelli è partire circa da metà lunghezza senza strattonare o tirare come forsennati, magari procurandosi un pettine a denti più morbidi e larghi: io ne uso uno a denti larghi di plastica dura ed una Tangle Teezer con la quale inizialmente ho avuto qualche problemino. In questo caso la pazienza è davvero tutto, non riducetevi come me all'ultimo minuto per la messa in piega ma prendetevi tutto il tempo necessario per sgarbugliare la matassa cercando di strappare meno capelli possibili.


PREPARARE IL CAPELLO ALLO STRESS
I capelli sottili e fragili hanno bisogno di essere preparari ad un eventuale stress dovuto al pettine, ho provato a pettinarli con e senza impacco e vi assicuro che la differenza c'è e si nota. Scegliete un olio naturale indicato per i vostri capelli: argan, semi di lino, mandorla, perfino l'olio di oliva va bene! Io uso il mio amatissimo olio di cocco Rapunzel, nutriente e che trovo molto indicato nel mio caso disperato di capelli secchi e sfibrati.


QUANDO È ESTATE...
Sappiamo tutte quanto l'acqua salata del mare ed il sole stesso tendano a seccare i capelli, anche se i risultati non sono immediati potete fidarvi di me: presto o tardi i nodi verranno al pettine (di solito in autunno al rientro a casa) e vi maledirete. Anche in questo caso affidarsi ad un prodotto capace di svolgere un'azione protettiva sul capello è molto utile, ce ne sono molti in commercio ma mi sento di indirizzarvi su prodotti esclusivamente bio in quanto immergendovi nell'acqua, il prodotto potrebbe sciogliersi e dunque inquinare... Sì, quando si tratta di mare divento nazista ma abbiate pazienza, vedere la gente che porta con sé lo shampoo in spiaggia mi fa venire i cinque minuti.


PHON O NO?
In estate si sa, in un paio di orette i capelli sono belli che asciutti anche senza l'ausilio di calore artificiale. Ma in inverno come si fa? Rischiamo le emicranie per fare le fighe? Io dico proprio di no. Molte aziende hanno pensato anche a questo realizzando prodotti su prodotti termoprotettivi che ci aiutano a difendere i capelli dal calore del phon, io ho scelto la Lozione Ricci Morbidi di Biofficina Toscana e finalmente posso concedermi qualche minuto in più di phon evitando anche di stressare la mia chioma riBBelle già di per sé problematica. Quindi phon sì, ad una certa distanza, magari col diffusore per diffondere il calore in modo omogeneo e non troppo mirato.


ZAC ZAC, DACCI UN TAGLIO
Sì, lo so... Non è facile prendere una decisione del genere, specie se siete riuscite come me a raggiungere una certa lunghezza in eoni. Ma una spuntatina anche solo una volta l'anno non può che fare bene per dare nuova vita alle punte che altrimenti, spezzandosi, accorcerebbero comunque la vostra bella lunghezza. La maggior parte dei miei nodi infatti, si formano proprio quando le punte o comunque la parte inferiore della lunghezza perde di elasticità e spessore portando i singoli capelli ad ingarbugliarsi tra loro... Quindi brutto affare, non temete le forbici! Se decidete di fare questo grande passo vi consiglio di dare un'occhiatina qui, potete crederci o non crederci, io nel dubbio mi fido! Inoltre pare che una miscela di mezzo bicchiere d'acqua calda, un cucchiaio di aceto di mele ed uno di miele aiuti ad accelerare la crescita del capello in modo sorprendente, provare per credere! Intanto vi lascio l'esperienza di Mokarta  da cui trarre spunto! Solo per stomaci forti!


In definitiva:
- sciogli i nodi senza strappare, il capello tirato di forza infatti tende ad arricciarsi su sé stesso diventando gradualmente più debole e più predisposto ad annodarsi
- se hai i capelli ricci mai e poi mai pettinarli da asciutti, ne rovineresti la piega naturale, nel tempo anche in modo irreparabile
- non legarli spesso, è uno degli errori che commetto più spesso: da una parte ti sembrerà di tenerli in ordine ma una volta sciolti noterai che non riescono più a stare "su" da soli e dunque spezzandosi, cadono
- scegli la spazzola giusta per i tuoi capelli: in legno se li hai ricci, piatte e in plastica per i nodi e solo se li hai lisci, forti e spessi ricorri alla spazzola tonda da messa in piega
- non rimandare lo shampoo: i capelli secchi vanno lavati meno spesso di quelli grassi, ma non far passare più di quattro giorni tra uno shampoo o l'altro o ti ritroverai con una matassa insormontabile da districare in quanto abbiamo già detto, che da asciutti è sconsigliato pettinarli!




Buon sgarbugliamento a tutte! (compresa me)
Seguimi anche su...
FACEBOOK    TWITTER    INSTAGRAM

10 commenti

  1. Condivido in pieno tutto quello che hai scritto, sono anch'io riccia e combatto con i nodi da sempre, nell'ultimo periodo si ingarbugliano di meno, ma d'estate ne avevo tantissimi, forse anche perchè li legavo spesso, io con il caldo atroce non riesco ad avere i capelli sciolti, ora invece non legandoli mai, sono più sistemati e ne perdo anche meno.
    P.s. anche mia madre mi faceva strillare da bambina quando li pettinava e anche lei lo faceva quando erano asciutti

    RispondiElimina
  2. Purtroppo prima di andare a dormire devo tassativamente legarli altrimenti non mi addormento, ragione per cui se l'indomani resto a casa a volte dimentico di scioglierli e apriti cielo XD
    Il periodo più brutto per i miei capelli è proprio l'autunno e l'inverno, d'estate stranamente li ho così belli che non sembrano miei >_>

    RispondiElimina
  3. Great blog

    How about follow each other?
    I follow your blog. Waiting for you
    My Blog: http://juliemcqueen.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. capelli mossi all'appello! ^^
    Concordo su tutto quello che hai scritto, anche se in realtà io li pettino anche da asciutti prima di lavarli...so che non si dovrebbe fare, ma da bagnati proprio non riesco, anche con kili di balsamo. :)

    RispondiElimina
  5. avvero ottimi consigli dolcissima!!!!!condivido totalemente!^_^

    RispondiElimina
  6. I nodi sono il problema più grande dei miei capelli, ma ormai sono diventata esperta nell'arte del districaggio XD
    Certo è che nel mio caso il balsamo fa la differenza *_*

    RispondiElimina
  7. Hai provato con una maschera? Possibile che siano addirittura più sottili dei miei? :o

    RispondiElimina
  8. Io non potrei mai e poi mai fare a meno di balsamo e maschera, è proprio impossibile XD

    RispondiElimina
  9. Armati di pazienza e prova a pettinarli da bagnati allora! Se li pettini da asciutti rischi di rovinare la struttura del riccio :c

    RispondiElimina

I ♡ Your Comments! No sub4sub!

Copyright © Cosmetic Mind
Design by Fearne